VALERY GERGIEV E LA MARIINSKY ORCHESTRA INCANTANO UDINE CON UN CONCERTO SOLD OUT

Grandissima emozione ieri sera per il concerto conclusivo della XXIma stagione di musica del Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Ad esibirsi, per la prima volta ieri sera in Friuli, sabato 9 giugno, una delle formazioni sinfoniche più prestigiose del mondo, l'Orchestra del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo con il suo carismatico direttore Valery Gergiev: due straordinarie icone della musica classica di tutti i tempi, unite da trent’anni ininterrotti di successi. Di particolare suggestione il programma della serata, che partendo dal bellissimo Prélude à l'Après - midi d'un faune di Claude Debussy nel centenario della morte, ha offerto al pubblico una memorabile esecuzione dei Quadri di una esposizione di Modest Mussorgskij nell’orchestrazione di Maurice Ravel, per concludersi con le Danze Sinfoniche op.45 di Sergei Rachmaninov, ultimo capolavoro sinfonico del grande compositore russo in prima esecuzione al Teatro Nuovo. Al termine del concerto, fra le ovazioni, il grande direttore Gergiev ha poi concesso un bis prima di salutare il pubblico che lo acclamava sulla scena. Già protagonista nel 2014 sul palcoscenico del Giovanni da Udine di una memorabile performance con la London Symphony, Valery Gergiev è stato prima direttore musicale e poi, dal 1996, direttore artistico dell’Orchestra Mariinsky che è fra le più antiche di Russia. Personalità dirompente, geniale, autore di interpretazioni passate alla storia, Gergiev ha saputo imprimere un’accelerazione senza precedenti all’attività sinfonica della formazione di San Pietroburgo innalzandola fra i massimi complessi del nostro tempo per rigore e doti espressive. Dopo essere stato direttore principale della Rotterdam Philharmonic e della London Symphony Orchestra, Gergiev è dalla stagione 2015-16 anche direttore principale dei Munchener Philharmoniker. Fondatore e direttore di numerosi festival tra cui il Festival di Pasqua di Mosca, quest’anno ospitato all’Accademia di Santa Cecilia a Roma, nel 1997, in seguito alla scomparsa di Sir Georg Solti, Gergiev ha preso la guida della World Orchestra for Peace. Al Teatro Mariinsky Valery Gergiev ha supervisionato la crescita di molti cantanti di livello mondiale; sotto la sua direzione il repertorio per opera e balletto del Teatro è divenuto sempre più ricco e diversificato, comprendendo anche numerose opere classiche dal diciottesimo al ventesimo secolo così come composizioni contemporanee. La storia della Mariinsky Orchestra risale al diciottesimo secolo. L'eccellenza dell'ensemble è stata riconosciuta negli anni da numerosi musicisti di primo livello che l'hanno diretta, tra cui Berlioz, Wagner, von Bülow, Čaikovskij, Mahler, Nikisch e Rachmaninov. Negli anni dell'ex Unione Sovietica, le illustri tradizioni dell'ensemble sono continuate grazie a direttori quali Vladimir Dranishnikov, Ariy Pazovsky, Yevgeny Mravinsky, Konstantin Simeonov e Yuri Temirkanov. L'orchestra ha avuto l'onore di essere la prima ad eseguire numerose delle opere di Čaikovskij, Glinka, Mussorgskij, Rimsky-Korsakov, Shostakovich, Khachaturian ed Asafiev.
Dal 1988 l'Orchestra Mariinsky è diretta da Valery Gergiev. La sua guida ha portato l'orchestra ad una rapida espansione del repertorio, che attualmente comprende tutte le Sinfonie di Beethoven, Mahler, Prokofiev e Shostakovich, i Requiem di Mozart, Berlioz, Verdi, Brahms e Tishchenko e numerose opere di Stravinskij, Messiaen, Dutilleux, Henze, Shchedrin, Gubaidulina, Kancheli e Karetnikov. Prevendite aperte presso la Biglietteria del Teatro aperta dalle 16 alle 19 (chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi) e online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it e nei punti vivaticket. Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it. Previste speciali riduzioni per i possessori della G-Teatrocard.(Comunicato Stampa) Udine, 10 giugno 2018 Per ulteriori informazioni e contatti: Ufficio Stampa Teatro Nuovo Giovanni da Udine email ufficiostampa@teatroudine.it

Commenti

Post popolari in questo blog

TENORE O MUSICOLOGO? GIANLUCA BOCCHINO OGNI RICERCA (DI DOTTORATO) UN'AVVENTURA

70ª Stagione Lirica dell’Ente Luglio Musicale Trapanese. Aida di Giuseppe Verdi. Domenica 19 alle 21 al Teatro Open Air “Giuseppe Di Stefano”

Sei cantanti lirici scelti per l’opera “L’importanza di esser Franco” a Trapani