Nasce il Premio Internazionale Tullio Serafin

Si susseguono quest'anno ricorrenze che invitano a celebrare ma anche ad approfondire lo studio di Tullio Serafin, figura di rilievo del Novecento musicale, del quale ricorrono i cinquant'anni dalla scomparsa ed i 140 dalla nascita. Il maestro nacque il primo settembre 1878 a Rottanova, piccola frazione di Cavarzere, nel Veneziano, dove è attiva lo storica Associazione Circolo Tullio Serafin che si occupa di mantenerne viva la memoria. Non si contano gli eventi da essa promossi nei quattro decenni di attività, iniziative che hanno avuto come ospiti i più illustri interpreti del Novecento, a Rottanova per ricordare questo grande maestro, capace ancora oggi di affascinare per la sua arte direttoriale ma anche per la profonda umiltà che, unità alla competenza in fatto di voci, è testimoniata da chi collaborò con lui. Risulta difficile citare tutti i grandi ospiti del Circolo Tullio Serafin, tra le tante manifestazioni vanno ricordati i concerti Omaggio a Tullio Serafin, che hanno visto la partecipazione di Fedora Barbieri, Gianfranco Cecchele, Giuseppe Di Stefano, Leyla Gencer e Rolando Panerai, insieme ad altre leggende del teatro musicale. Anche Renata Tebaldi fu a Rottanova grazie al Circolo, che l'ebbe come madrina alla cerimonia per l'inaugurazione del monumento dedicato al maestro, nel giardino dell'edificio che oggi ospita la sede dell'associazione. L'attività del Circolo Tullio Serafin prosegue con entusiasmo, associando agli eventi celebrativi in ricordo del maestro momenti di approfondimento critico con la collaborazione di studiosi e musicologi che contribuiscono a evidenziarne l'importanza nel panorama operistico internazionale. Grazie al nuovo direttivo, presieduto da Maurizio Braga, e in particolare a Nicla Sguotti, vicepresidente del Circolo e musicologa oggi tra i massimi esperti su Tullio Serafin, sono state avviate anche iniziative del tutto nuove come la Settimana Serafiniana, che concentra nel mese di aprile una serie di eventi dedicati al maestro, coinvolgendo musicisti, istituzioni scolastiche, illustri studiosi e interpreti di fama internazionale, come Bonaldo Giaiotti, ospite dell'edizione di quest'anno. Tra le novità va segnalato il sodalizio tra lo storico Circolo e il Festival Internazionale Scaligero Maria Callas di Verona che intende da questa edizione, anno del anniversario dei 50 anni dalla scomparsa, dedicare iniziative e approfondimenti sul maestro di Cavarzere, direttore d'orchestra della leggendaria Aida scaligera del 1913 e mentore di Maria Callas.
Mercoledì 11 luglio il festival, in collaborazione con La Feltrinelli, ha organizzato il primo incontro dedicato al debutto di Maria Callas nella Gioconda di Amilcare Ponchielli, il 2 agosto del 1947: aveva 23 anni e sotto la sua bacchetta divenne presto un soprano acclamato in tutti i teatri del mondo. La conferenza si è svolta davanti ad un folto pubblico tra letture, aneddoti e ascolti e i contributi preziosi del M° Nicola Guerini e della studiosa Nicla Sguotti. Sempre grazie a questa collaborazione nasce un nuovo prestigioso progetto, il Premio Internazionale Tullio Serafin, riconoscimento che verrà conferito annualmente a personaggi di spicco del mondo della musica e della cultura. L’Amministrazione comunale di Cavarzere e l’Associazione Tullio Serafin sono felici di annunciare che il M° Nicola Guerini è stato ufficialmente incaricato come direttore artistico del Premio Internazionale Tullio Serafin. L’iniziativa sarà presentata in conferenza stampa insieme con le autorità il primo settembre presso la sala conferenze di Palazzo Danielato a Cavarzere. Nasce quindi un nuovo ponte artistico che rappresenta un dialogo mai interrotto tra la città del “signore dei direttori d'orchestra” e Verona con la sua Arena, che lui trasformò nel teatro lirico all’aperto più grande del mondo. (COMUNICATO STAMPA) 30 luglio 2018 Info: it-it.facebook.com/circoloserafin Associazione Circolo Tullio Serafin

Commenti

Post popolari in questo blog

TENORE O MUSICOLOGO? GIANLUCA BOCCHINO OGNI RICERCA (DI DOTTORATO) UN'AVVENTURA

70ª Stagione Lirica dell’Ente Luglio Musicale Trapanese. Aida di Giuseppe Verdi. Domenica 19 alle 21 al Teatro Open Air “Giuseppe Di Stefano”

Sei cantanti lirici scelti per l’opera “L’importanza di esser Franco” a Trapani