Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2019

LA TRAVIATA DEL COSTANZI A ROMA O IL TRIONFO DELL'ELEGANZA

Immagine
Fino al 26 gennaio al Teatro Costanzi di Roma, e tutti i giorni eccetto il lunedì, è tornata in scena come primo spettacolo del 2019, una delle opere più amate dal pubblico, La traviata di Giuseppe Verdi, per la regia più volte ammirata all’Opera di Sofia Coppola che questa volta è stata ripresa da Marina Bianchi. Le scene sono di Nathan Crowley, scenografo collaboratore Leila Fteita. I costumi sono disegnati da Valentino assieme a Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli. Non si può negare allo spettacolo una grande eleganza. Una novità sul podio, il maestro Pietro Rizzo che dà all’esecuzione continuità e assicura un corretto equilibrio fra buca e palcoscenico. Non sempre questa Traviata emoziona, ma non le si può negare una certa scorrevolezza e un buon impatto fonico. La sera della prima, il personaggio di Violetta era affidato a Claudia Pavone che nel corso delle rappresentazioni si alterna con Francesca Dotto e Valentina Varriale. E’ una Violetta intimistica quella della Pavone, …

Presentata a Trieste l'anteprima operistica di Fiume 2020 Capitale della cultura

Immagine
L'Associazione triestina Amici della lirica Giulio Viozzi presenta per la terza volta a Trieste il cartellone operistico del Teatro nazionale croato Ivan Zajc di Fiume, quest'anno con la preziosa collaborazione del Consolato Generale della Repubblica di Croazia a Trieste. Il sovrintendente del Teatro nazionale croato Ivan Zajc Marin Blažević e il direttore dell'Opera di Fiume Petar Kovačić hanno scelto di presentare in questa occasione le nuove produzioni operistiche, ma anche le anticipazioni dei progetti operistici per il progetto Capitale europea della cultura – Fiume 2020. Per Fiume e il suo Teatro d'opera il 2020 si presenta come un punto d'arrivo ma allo stesso tempo una rampa di lancio. La Capitale europea della cultura rappresenta infatti il vertice del progetto partito quattro anni fa all'Opera di Rijeka con il sovrintendente Marin Blažević, poi affiancato dal direttore artistico Petar Kovačić, che si sono impegnati ad avviare un differente approccio…

TRA WAGNER E MAHLER DANIELE GATTI TRIONFA ALL'ACCADEMIA DI SANTA CECILIA

Immagine
Per il primo concerto del nuovo anno Daniele Gatti, fresco della nomina a Direttore musicale del Teatro dell’Opera di Roma, è tornato a dirigere l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Gatti ha in parte modificato il programma previsto da Yuri Temirkanov, cui era destinato in origine l’appuntamento, sostituendo la Sinfonia n. 104 di Haydn con l’Idillio di Sigfrido di Wagner e mantenendo nel programma la Sinfonia n. 4 di Mahler. Anziché mettere a confronto due capolavori appartenenti alla prima e all’ultima fase della storia della sinfonia, Gatti ha preferito quindi accostare due opere, di genere molto diverso, di due autori molto vicini stilisticamente. A rendere l’accostamento ancora più stimolante, li ha eseguiti quasi senza soluzione di continuità, abolendo l’intervallo. Già Direttore musicale dell’Orchestra dal 1992 al 1997, Gatti ha quindi aperto la serata, coronata da un franco successo di pubblico, con L'Idillio di Sigfrido, una composizione per orchestra da …