LA FESTA DELLA CITTÀ DI PORDENONE E DEL PIANOFORTE, CONFERMATO IL FESTIVAL PIANISTICO CON MUSICA DAL VIVO DA VENERDÌ 19 A DOMENICA 21 GIUGNO, UN’EDIZIONE ALL’INDOMANI DEL LOCKDOWN, OCCASIONE PER LA CITTÀ PER RISCOPRIRSI NELLA SERENITÀ E NELLA SICUREZZA. INAUGURAZIONE CON VALENTINA LISITSA, LA STAR DELLA MUSICA CLASSICA SUL WEB

Valentina Lisitsa, Leonora Armellini, Andrea Bacchetti e quasi cinquanta artisti: sarà un’edizione speciale quella di Piano City Pordenone 2020, il Festival pianistico organizzato dal Comitato Piano City Pordenone, con la collaborazione del Comune di Pordenone, il sostegno della Regione Fvg e della Fondazione Friuli e il supporto generoso di diverse aziende e privati che hanno dato il proprio sostegno. Il Festival si svolgerà dal vivo nel fine settimana del 19, 20 e 21 giugno in concomitanza con la Festa della Musica (il cartellone coordinato dal Ministero dei Beni culturali che si celebra ogni 21 giugno), confermando le date preannunciate prima dello scoppio della pandemia che ha comportato una riformulazione dell’intero progetto, tra cui l’introduzione della prenotazione attraverso piattaforma Eventbrite e la trasmissione in streaming dell’inaugurazione dal Teatro Verdi e dal Convento di San Francesco. Quella di quest’anno sarà un’edizione di profondo significato simbolico, l’occasione per la città per gioire e riscoprirsi serena e sicura. «Riusciremo a organizzare il Festival anche quest’anno grazie anche alla generosità e al supporto di chi in questi giorni sta lavorando senza sosta, tanti volontari, le Istituzioni che ci sostengono o partecipano all’organizzazione, gli sponsor che anche in questo momento di difficoltà hanno scelto di darci un contributo economico e le aziende partner che stanno lavorando al nostro fianco» spiega Luigi Rosso, presidente del Comitato Piano City Pordenone. Il Festival, curato da Bruno Cesselli, Gianni Della Libera, Lucia Grizzo e Antonella Silvestrini, gode della partnership con Yamaha Italia, del sostegno degli sponsor Teatro Verdi Pordenone, Consorzio Ponterosso, Confindustria Alto Adriatico, Ordine degli Architetti, Reale Mutua, Mobilificio San Giacomo, Marcolin Covering, Baldissar, Electrolux, BCC Pordenone Monsile Sina, Salamon immobiliare, San Giacomo, Banca Generali, Visotto, Ferronato, Ferregotto Elevatori, Mozzon, Park Hotel Pordenone, Visivart, Trame Antiche, Le Troi Chef, Pordenone Turismo e della collaborazione operativa dell’associazione la cifra. E l’affiancamento degli sponsor tecnici Regìa Comunicazione, Wasabit, MP Musica, Cartimballo.
Nel fine settimana sono previsti oltre 35 concerti concentrati in meno sedi rispetto all’edizione 2019 per la necessità di rispettare misure restrittive di Covid-19. Oltre al Teatro Verdi i tre luoghi prescelti rappresentano le tipologie di concerti che già nell’edizione 2019 avevano strutturato il Festival: a iniziare dall’inaugurazione di venerdì 19 giugno alle 21 al Teatro Verdi con Valentina Lisitsa, pianista ucraina tra le più popolari sul pianeta, la prima vera e propria star della musica classica sul web, considerata la “regina di Rachmaninov”. Valentina Lisitsa ha pubblicato il suo primo video su YouTube nel 2007 (la registrazione dell’Ètude op. 39 n.6 di Sergej Rachmaninov), le cui visualizzazioni crebbero in maniera esponenziale. A quella, seguirono molte altre pubblicazioni. Fu la prima pietra di una carriera web ineguagliabile nella storia della musica classica. Il suo modo del tutto personale di realizzare i propri video unitamente alla grande affezione verso il suo pubblico, l’hanno portata a raggiungere il record di oltre 550.000 follower e 147 milioni di views con una media di 75.000 views al giorno. Nel fine settimana di sabato 20 e domenica 21 giugno la città sarà animata da una fitta successione di concerti, dalle 10,45 alla sera inoltrata, in tre luoghi simbolici: il Convento di San Francesco per i City Concert, la Loggia del Municipio per gli Street Concert e la corte di Palazzo Loredan Porcia in corso Garibaldi per tutti gli House Concert.
GLI OSPITI Tra gli ospiti dell’edizione 2020 molti sono i nomi eccellenti del panorama pianistico nazionale e internazionale, come l’eccezionale Leonora Armellini (domenica alle 18,45 al San Francesco) pianista della nuova generazione già capace di ottenere importanti consensi di critica e di pubblico tanto da salire come ospite sul palco dell’Ariston al Festival di Sanremo nel 2013. E Andrea Bacchetti, ingegnoso pianista dedito al repertorio bachiano, ospite fisso degli spettacoli televisivi di Piero Chiambretti (sabato alle 21 al San Francesco). Inoltre il duo Federica Righini-Riccardo Zadra, concertisti e pionieri nell’educazione e nella formazione pianistica, il duo Eleonora e Beatrice Dallagnese, il Duo Labelli. E, ancora, decine di musicisti giovani da tutta Italia e anche da altri paesi europei, candidatisi nei mesi scorsi a partecipare al Festival, che hanno il merito e l’onore di aver confermato la propria disponibilità a esibirsi. Un modo di affermare la volontà di ricominciare a suonare in pubblico per dissipare la paura e lo sconforto di mesi di quarantena e lockdown. Il Festival nasce da un’idea del pianista tedesco Andreas Kern, inventore del format Piano City, e si specifica proprio per la volontà di diffondere nella città le note del pianoforte, facendo risuonare case, palazzi, fabbriche e altri luoghi della città. MODALITÀ DI ACCESSO AI CONCERTI I concerti saranno prenotabili: nel caso di Valentina Lisitsa le prenotazioni vanno inviate all’indirizzo prenotazioni@pianocitypordenone.it indicando nome, cognome e numero telefonico. Per gli altri concerti sarà possibile prenotare online attraverso il sito www.pianocitypordenone.it (o dalla pagina facebook Piano City Pordenone). Sarà necessario rispettare tutte le misure di sicurezza: l’accesso senza creare assembramenti, presentare la propria conferma di prenotazione prima di accedere ai concerti, indossare la mascherina per tutta la durata del concerto (anche negli spazi aperti), mantenere igienizzate le mani.
Il pubblico sarà invitato a non partecipare agli eventi e non accedere agli spazi qualora abbia temperatura superiore i 37,5 gradi o abbia manifestato sintomi respiratori nelle settimane precedenti l’evento. Si ricorda che sono in vigore le nuove modalità e regole previste per gli spettacoli dal vivo, perciò sarà obbligatoria una riduzione del numero di spettatori rispetto alla capienza delle sedi, per mantenere il distanziamento interpersonale. GLI ARTISTI DI PIANO CITY PORDENONE 2020 Leonora Armellini, Andrea Bacchetti, Elisa Banetta, Arno Barzan, Svetlina Boiadjieva, Matteo Cabras, Camilla Camerotto, Bruno Cesselli, Elisabetta Chiarato, Alessandro Chiovara, Dafne Comelli, Davide Conte, Francesco Corrado, Paolo Corsini, Juri Dal Dan, Eleonora e Beatrice Dallagnese, Sara De Ascaniis, Luis Di Gennaro, Aleksandar Djuric, Duo Labelli, Maria e Francesca Musti, Rudy Fantin, Gabriele Ganzini, Massimo Fabio Giacomini,
Yazan Greselin, Maria Iaiza, Giuseppe Aleandro Libano, Valentina Lisitsa, Nicola Losito, Massimo Malavasi, Lorenzo Marzin, Francesco Alexander Morici, Riccardo Morpurgo, Giulia Olivieri, Mario Panebianco, Matteo Perlin, Luca Ridolfo, Federica Righini - Riccardo Zadra, Gianpaolo Rinaldi, Filippo Alberto Rosso, Matteo Sarcinelli, Samuele Stefanoni, Giulia Toniolo, Fiamma Velo, Anna Zanforlini, Manuel Zito, Romeo Zucchi. PORDENONE, 10/06 INFO: www.pianocitypordenone.it - FB Piano City Pordenone (COMUNICATO STAMPA) bellaunavitaallopera.blogspot.com

Commenti

Post popolari in questo blog

LEYLA MARTINUCCI ALLA CONQUISTA DI FALSTAFF: INTERVISTA CON IL MEZZOSOPRANO DI ORIGINI PUGLIESI IN SCENA A MIAMI NEL BARBIERE DI SIVIGLIA E PROSSIMA A DEBUTTARE IN QUICKLY NELLA REPUBBLICA CECA

ANDREA ZAUPA: UNA CARRIERA TRA CANTO, MEDITAZIONE E FOTOGRAFIA. INTERVISTA CON IL BARITONO VICENTINO CHE STA PER DEBUTTARE NEL PERSONAGGIO DI SCARPIA

LA MERAVIGLIOSA STORIA DELLA SALA TRIPCOVICH DI TRIESTE E DEL SUO MECENATE RAFFAELLO DE BANFIELD