Musica e arte in sicurezza, l’estate nel borgo di Portopiccolo a Sistiana. Al via una collaborazione per un lungo periodo tra Portopiccolo e la Società dei Concerti di Trieste

Il 17 luglio il maestro Derek Han inaugura “Falesie in Musica” una rassegna di undici concerti che vedrà, tra gli altri, la presenza del maestro Salvatore Accardo con il suo quartetto l’11 settembre. In corso anche il progetto artistico di arte digitale diffusa a cura di Fabio Fonda “Portopiccolo Summer Art 2020”. Portopiccolo, sulla costiera triestina, non rinuncia a un’estate ricca di eventi e in piena sicurezza e, come tutti gli anni, vuole offrire ai propri ospiti e residenti un’estate all’insegna della musica, dell’arte e della scoperta della bellezza. Quest’anno il borgo di Portopiccolo dà il via a una collaborazione con la Società dei Concerti di Trieste con la volontà di rafforzare i legami con le istituzioni locali e con l’obiettivo di creare un sistema virtuoso di promozione di tutto il territorio triestino. Inaugura così il prossimo 17 luglio alle ore 21 “Falesie in Musica”, una rassegna di undici concerti che coinvolge prestigiosi artisti quali i maestri Derek Han e Salvatore Accardo, il baritono Viktor Rud, il Trio Operacento, l’arpista Nicoletta Sanzin e il Quartetto Indaco e istituzioni artistiche come la Fondazione Accademia Internazionale di Imola, il Conservatorio della Svizzera Italiana e l’Accademia Walter Stauffer di Cremona. Primo concerto in programma il concerto di Derek Han, direttore artistico della Società dei Concerti con Sonila Dungaj, viola; Rodolf Baha, clarinetto; Derek Han, pianoforte.
“Crediamo molto nelle collaborazioni che guardano al futuro poiché consentono di operare con una progettualità di lungo /medio periodo. – dichiara Elena Piazza, Marketing Manager di Portopiccolo - Siamo felici di poter lavorare insieme alla Società dei Concerti di Trieste, realtà di assoluta eccellenza nazionale e non solo regionale, e siamo coscienti di essere in controtendenza rispetto al periodo che stiamo vivendo, che ci vorrebbe con una visione limitata e di più stretto periodo. Non abbiamo paura di guardare a domani. Vogliamo dare un segnale cercando anche di favorire un nuovo turismo di prossimità e un nuovo concetto di ospitalità in tutta sicurezza e i concerti di musica classica potranno contribuire, crediamo, alla scoperta del patrimonio artistico/museale e alla valorizzazione delle meraviglie nascoste del nostro territorio regionale”. “In questo particolare momento segnato drammaticamente dalla pandemia Covid-19, la dimensione culturalmente aperta della città di Trieste e del suo golfo, hanno dato vita a una proficua collaborazione tra Portopiccolo e la Società dei Concerti Trieste – dichiara Derek Han direttore artistico della Società dei Concerti di Trieste - Crediamo infatti che, quelle che consideriamo a buon titolo eccellenze nazionali nei rispettivi ambiti operativi - turistico e musicale - unendo il proprio rispettivo know-how e gli intenti di ognuna, possano insieme rispondere al bisogno di rilancio turistico e culturale e, in parte, alla riattivazione del territorio”. IL PROGRAMMA DEI CONCERTI venerdì 17 luglio ore 21.00 Rodolfo Baha - Sonila Dungaj Derek Han Clarinetto - Viola Pianoforte venerdì 24 luglio ore 21.00 Viktor Rud - Christian Hornef Baritono - Pianoforte (Liederabend, Recital)
venerdì 31 luglio ore 21.00 Ettore Pagano Violoncello venerdì 7 agosto ore 21.00 Laura Llozi Violino venerdì 14 agosto ore 21.00 Igor Andreev Pianoforte venerdì 21 agosto ore 21.00 Trio Opera Cento Pianoforte - Violino – Violoncello venerdì 11 settembre ore 20.30 Salvatore Accardo Quartetto Violino - Violino - Viola Violoncello venerdì 25 settembre ore 20.30 Sara Zoto Viola domenica 4 ottobre ore 17.00 Mariechristine Lopez Violino domenica 8 novembre ore 17.00 Nicoletta Sanzin Arpa domenica 6 dicembre ore 17.00 Quartetto Indaco
Violino - Violino - Viola - Violoncello Info: I biglietti saranno prenotabili attraverso i siti web di Portopiccolo e della Società dei Concerti di Trieste; 15 € il biglietto, che include un calice di benvenuto e uno sconto del 10% sulla ristorazione se si rimane a cena in uno dei ristoranti di Portopiccolo e nei negozi del borgo; i posti sono numerati. L’arte “Portopiccolo Summer Art 2020” è il progetto di arte digitale diffusa nel borgo a cura di Fabio Fonda, e si articola su tre livelli: - “Art Windows”, cioè opere d’arte esposte nelle vetrine dei negozi del borgo, una sorta di street art indoor all’interno delle vetrine che danno sui vicoli della passeggiata di Portopiccolo; - “Portopiccolo Art Apartment”, quadri di arte digitale di artisti contemporanei di area internazionale “esposti” nei 20 appartamenti dati in affitto ai turisti e che ne fanno un avamposto dell’ospitalità e del turismo “d’autore”; - “Galleria d’arte” le esposizioni principali alla Galleria saranno tre e si alterneranno fino al 31 ottobre, dal lunedì al sabato dalle 17 alle 21 o su appuntamento a info@fabiofonda.art. Info: ingresso gratuito alle esposizioni di Galleria d’arte e Art Windows Il borgo di Portopiccolo ha adottato un decalogo di sicurezza che va oltre i dettami di legge e ha previsto prenotazioni e pagamenti digitali tramite app per evitare code per accedere ai propri servizi. Un’attenzione all’eccellenza e alla sicurezza che quest’anno sono particolari per il contenimento del Covid-19, ma che non hanno affatto inciso sui costi – rimasti invariati rispetto allo scorso anno - della proposta vacanziera del borgo. Sistiana, luglio. Nelle foto alcuni artisti che si esibiranno a Portopiccolo, Derek Han, pianista e direttore artistico della Società dei Concerti di Trieste, il baritono Viktor Rud e il Quartetto Indaco. Info: www.portopiccolosistiana.it (COMUNICATO STAMPA) bellaunavitaallopera.blogspot.com

Commenti

Post popolari in questo blog

LEYLA MARTINUCCI ALLA CONQUISTA DI FALSTAFF: INTERVISTA CON IL MEZZOSOPRANO DI ORIGINI PUGLIESI IN SCENA A MIAMI NEL BARBIERE DI SIVIGLIA E PROSSIMA A DEBUTTARE IN QUICKLY NELLA REPUBBLICA CECA

LA MERAVIGLIOSA STORIA DELLA SALA TRIPCOVICH DI TRIESTE E DEL SUO MECENATE RAFFAELLO DE BANFIELD

STEFANIA BONFADELLI UNA REGISTA ALL'OPERA: DOPO IL VERDI COMICO A MARTINA FRANCA L'ARTISTA VERONESE METTE IN SCENA MARIA CALLAS MASTER CLASS