Al Teatro Verdi di Trieste secondo concerto della stagione sinfonica diretto da Pedro Halffter Caro

Secondo concerto Stagione Sinfonica 2017 Direttore Pedro Halffter Caro Violino Alina Pogostkina venerdì 22 settembre ore 20.30 sabato 23 settembre ore 18.00 La Stagione Sinfonica 2017 del Teatro Verdi prosegue con un altro ritorno: quello del Maestro Pedro Halffter Caro, una delle personalità carismatiche nel panorama internazionale e, a Trieste, una presenza apprezzata fin dal suo debutto al Verdi con un concerto durante la Stagione Sinfonica 2016 e poi con il primo titolo della passata Stagione Lirica, Il Flauto Magico. L'appuntamento è per Venerdì 22 settembre, alle 20.30, e sabato 23 settembre, alle 18.00: il Maestro Halffter Caro salirà sul podio del Teatro Verdi affiancato da una solista di grande prestigio, la violinista russa Alina Pogostkina. Pedro Halffter Caro è direttore, compositore, direttore artistico del Teatro de la Maestranza a Siviglia. Alina Pogostkina è nata a San Pietroburgo, ha studiato a Berlino (con Antje Weithaas presso la Hochschule für Musik “Hanns Eisler”) e Salisburgo, per poi vincere il prestigioso Concorso Sibelius di Helsinki nel 2005: interprete appassionata di un repertorio molto vasto, che spazia dal barocco al contemporaneo, Pogostkina si esibisce nelle sale da concerto più rinomate, collaborando con Direttori e Festival tra i più importanti. Il programma della serata è costruito con sapienza intorno al filone narrativo di "angeli e demoni" che caratterizza l’intera Stagione Sinfonica e che qui darà spazio sia a composizioni d’ispirazionespirituale e celestiale sia ad altre d’ispirazione più terrena. La serata si apre infatti con la trascrizione per orchestra di Leopold Stokowski del Lied spirituale Komm, süßer Tod BWV 478 di J. S. Bach; una pagina musicale che è un vero capolavoro d'intensità e compostezza.
Quindi Alina Pogostkina sarà l’interprete del suggestivo Concerto per violino e orchestra “Alla memoria di una angelo” di Alban Berg, una composizione che è una sorta di struggente e luminoso congedo alla musica dell'autore viennese, che morì poco dopo averla composta. Un Concerto che nasce da una perdita che scosse molto Berg: la morte della diciottenne Manon Gropius, cui era molto affezionato, la giovane figlia di Alma Schindler (già vedova Mahler) e dell’architetto Walter Gropius. Nella seconda parte della serata, il Maestro Halffter Caro guiderà l’Orchestra del Verdi in una prova di grandissimo virtuosismo tecnico, la Symphonie fantastiche Op. 14 di Hector Berlioz, forse la composizione più famosa del compositore francese. La Sinfonia sviluppa un nodo di poetica importante per Berlioz, quello del legame tra amore, morte e dannazione, che trova espressione anche nella sua opera La dannazione di Faust. Biglietti in vendita presso la Biglietteria del Teatro Verdi a partire da € 15 e prezzi speciali per giovani under 30 e fino a 34 anni. (Comunicato stampa) La foto di Pedro Halffter Caro è di Fabio Parenzan, quella di Alina Pogostkina è di Nikolaj Lund The Action per la Fondazione Teatro Lirico "Giuseppe Verdi di Trieste" segreteria@theaction.it via Machiavelli, 9, 34132, Trieste, Italy

Commenti

Post popolari in questo blog

ANDREA ZAUPA: UNA CARRIERA TRA CANTO, MEDITAZIONE E FOTOGRAFIA. INTERVISTA CON IL BARITONO VICENTINO CHE STA PER DEBUTTARE NEL PERSONAGGIO DI SCARPIA

STEFANIA BONFADELLI UNA REGISTA ALL'OPERA: DOPO IL VERDI COMICO A MARTINA FRANCA L'ARTISTA VERONESE METTE IN SCENA MARIA CALLAS MASTER CLASS

LEYLA MARTINUCCI ALLA CONQUISTA DI FALSTAFF: INTERVISTA CON IL MEZZOSOPRANO DI ORIGINI PUGLIESI IN SCENA A MIAMI NEL BARBIERE DI SIVIGLIA E PROSSIMA A DEBUTTARE IN QUICKLY NELLA REPUBBLICA CECA